La cordata grottagliese dello Slow Food

Il 22 giugno 2017, nasce a Grottaglie Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche apre le porte al territorio.

La location è quella dei Cappuccini a Grottaglie, in via dei Cappuccini, dove si è svolta l’inaugurazione della nuova condotta.

Hanno preso parte il sindaco Ciro D’Alò, gli amministratori della giunta comunale, i rappresentanti locali, regionali e nazionali Slow Food. Per la condotta grottagliese è Franco Peluso il fiduciario, Salvatore Pulimeno, segretario regionale Slow Food, Marcello Longo, consigliere nazionale e della Fondazione Slow Food per la biodiversità onlus, Damiano Ventrelli, vicepresidente regionale Slow Food e Francesco Muci, consigliere Slow Wine e vicepresidente regionale.
La serata è stata l’occasione per presentare ai soci della nuova condotta Slow Food Grottaglie.

Non potevano mancare le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, offrendo ai presenti i propri prodotti: Cantine Amastuola, Cantine Nistri, Cantina Pruvas, Cantine San Marzano, Cantine Vetrère, Bernardi Pasticceria Grottaglie, Cervellera-il capocollo di Martina Franca, inMasseria dei fratelli Cassese e Pregiata Forneria Emanuele Lenti.
Un focus sulla ceramica, con il maestro Mimmo Vestita che ha proposto le “trombe” di San Pietro e Paolo, con una “rottura” auguarale. Nelle sale dell’antica struttura,  si è svolto lo spettacolo del regista Alfredo Traversa sul tema “Maschere e vino”.
Sono stati consegnati alcuni doni in ceramica, realizzati dai maestri ceramisti Antonio La Grotta, Mimmo Vestita, Eligio Nigro, La Terra Incantata e Rosa Creazioni.

Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche ringrazia: il Comune di Grottaglie, Kokò per l’impianto audio, Luigi Armentano e lo staff di ‘Vino è Musica’, Marco Carrino per la grafica) Vito Leone (fotografie) e i soci che hanno messo a disposizione il loro tempo per la riuscita dell’evento.
Gli obiettivi: sono valorizzare il territorio e promuovere eventi e progetti per diffondere la conoscenza dei prodotti locali ed artigianali, incoraggiare un’agricoltura sostenibile, per mettere in contatto produttori e consumatori, contribuire all’offerta formativa, nella consapevolezza che le scelte alimentari quotidiane influiscono sul futuro del pianeta e dei più giovani.

La condotta unisce alcuni comuni della provincia di Taranto. L’organico grottagliese vede come fiduciario Franco Peluso (socio Slow Food della condotta di Manduria); componenti del direttivo sono Claudia Costone, Enzo Cavallo, Vincenzo Santoro e Raffaella Capriglia.

error: I contenuti di questo sito sono protetti!