Nuovo orario e nuove collaborazioni

 

Grazie ad una ricerca di mercato si è evinto che la nostra sede (IAT l’Acchiatura Pro Loco Grottaglie via Vittorio Emanuele II s.n.c), allocata a Sud del Centro Storico di Grottaglie, è divenuta di fondamentale importanza; particolarmente nella ‘contro ora’ (13:00 – 16:00) si è registrato un notevole incoming di turisti stranieri e italiani.

Facendo fede alla vocazione statuaria della Pro Loco, per permettere la necessaria accoglienza al turista offrendo il giusto ventaglio di attrattori turistici, informazioni su strutture ricettive, B&B, anche semplicemente un momento refrigerio per continuare serenamente la visita della nostra Grottaglie.

Pertanto:

  • da 1 luglio 2018 al 30 settembre 2018
  • dalle ore 9:30 alle 21:30
  • dal lunedì al sabato

Con l’orario continuato andremo ad offrire: prima assistenza (refrigerio, mappe e materiale vario informativo), possibilità di acquistare prodotti tipici oltre alla ceramica, pasta, olio e vino del territorio.

Uniti dallo spirito di promozione del territorio, grazie a: Azienda Agricola Nicola Motolese, Colore e Calore di Lucia Patronelli; saranno allestiti dei corner espositivi con prodotti tipici dei produttori per permettere la giusta conoscenza del prodotto.

Tale organizzazione di capitale umano e logistica, è fattibile, grazie al Servizio Civile Nazionale UNPLI (unica realtà nel territorio) e di conseguenza ai due volontari in forze presso la Pro Loco di Grottaglie.
Non mancherà il supporto dei nostri volontari Pro Loco Grottaglie nello spirito cardine che distingue una no profit.

 

Programma Pasca tlì Palòmme 2018

L’Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie, come da tradizione dal 1998, l’8 aprile 2018 presso il Santuario della Madonna della Mutata (SP71 Latitudine: 40.575938 Longitudine: 17.377445), renderà omaggio alla Santa compatrona grottagliese e al prodotto gastronomico rappresentativo: la Palòmma. Per l’edizione 2018, ci si avvalora del Patrocinio Morale del Comune di Grottaglie e dell’UNPLI Puglia.

Da tradizione, la Domenica in Albis, il grottagliese usava recarsi al Santuario a piedi per vivere una giornata con la famiglia in totale serenità. Per questo viene definita, “la Pascaredda tlì vurtagghisi” (la Pasquetta dei grottagliesi).

Un particolare riconoscimento va ai panificatori, grazie ai quali la nostra Pasca tlì Palòmme è sempre un momento di incontro e rivalutazione di un passato… non così lontano.

Grazie a: Panificio Pinto, Panificio San Ciro, Panificio Santa Lucia, Il mio Fornaio Pasticciere, Panificio Marconi, Panificio San Paolo dei fr.lli Migiani, Pregiata Forneria Lenti, Kailia Food, Antica Forneria Migiani, Il Forno della Nonna, C’è Pane e Pane, Panificio Fanna (Villa Castelli), Panificio San Giorgio (San Giorgio Ionico), Di Farina e Fantasia (Lizzano).

Ad accompagnare la regina della festa, la Palòmma, non mancherà un buon bicchiere di vino offerto Società Cooperativa Agricola Pruvas.

Il programma della giornata prevede: promozione del prodotto panario presso lo stand della Pro Loco di Grottaglie, incontri all’interno del Santuario per conoscere insieme la vera storia che rende unica la Madonna della Mutata a cura dei volontari dell’associazione (per info rivolgersi allo stand antistante il Sacrato) rispettando gli orari delle SS messe, viadanza nell’agro che abbraccia Grottaglie, occasione per ammirare il panorama, organizzata da Terra Nostra Asd (Sava) e ArcheoClub di Carosino e dei territori del Mesochorum (prenotazione obbligatoria); sarà presente lo Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, i quali con grande entusiasmo hanno manifestato sin da subito la massima disponibilità e partecipazione; lo Smile Puglia con i giovani del corso promosso da Garanzia Giovani “Preparazione di prodotti da Forno (specializzato in tipicità locali)”, pronti a promuovere le competenze acquisite durante il corso.

Grazie agli studenti dell’Alternanza Scuola-Lavoro dell’IISS Pertini: Federico Formuso, per aver creato la locadina promozionale (S.I.A.); Elena Badella (S.I.A.) e Michael D’Angello (A.F.M.) per la divulgazione del materiale promozionale.

Vi invitiamo a partecipare e a condividere nei Social Network le vostro foto o video con il seguente hashtag:

#pascatlipalomme18

Incontro con l’autore Ben J. P. Crul

Il 10 marzo 2018, gli studenti del Liceo Scientifico G. Moscati, hanno incontrato l’autore olandese Ben J. P. Crul il quale ha dato vita al romanzo storico ‘Keizer Frederik II’.

L’incontro è stato moderato dalla docente Giuseppina Pagano, la quale ha elaborato un canovaccio culturale di spessore, invitando varie personalità all’incontro per conoscere insieme la passione di uno scrittore olandese che ha per la nostra storia.

Con grande piacere abbiamo accettato l’invito a partecipare, da sempre promotori di cultura e formazione, infatti erano presenti: la dott.ssa  Mariateresa Annicchiarico, volontaria della Pro Loco di Grottaglie; il ceramista Domenico Pinto; il maestro musicista Fabio Anti, il quale ha dato vita ad un sottofondo musicale medievale.

Grazie all’invito della docente Giuseppina Pagano, per averci voluti.

Appuntamenti ai prossimi incontri.

 

Grano Senatore Cappelli: alla scoperta di un nuovo grano

Sempre più diffusa è oggi lo studio di nuovi grani di matrici autoctone che, inizialmente si sviluppano per moda, per poi diffondersi con la ricerca di un’alimentazione corretta, sana e biologica.
Maggiormente coltivata in Basilicata e Puglia (in quest’ultima in particolare sul Tavoliere) è il grano Senatore Cappelli che prende il suo nome dal senatore Raffaele Cappelli che nei primi anni del Novecento fu protagonista della riforma agraria che evidenziò la distinzione tra grani duri e grani teneri.
Il Senatore Cappelli, grazie all’alta percentuale di minerali, vitamine e amminoacidi, è un cereale altamente digeribile la cui caratteristica non è stata alterata geneticamente e permette così di essere consumata anche da acquirenti che soffrono di allergie e intolleranze.
La migliore tecnica di trafilatura è quella in bronzo poiché esercita sull’impasto una trazione che produce sulla superficie della pasta delle piccole lesioni che, dopo il processo di essiccazione, donano alla pasta trafilata al bronzo un corpo rugoso e poroso.
Essa, proprio per questa peculiarità, non scuoce.

* “La coltivazione del grano, la molitura, la panificazione – spiega il Presidente di Agrimercato Taranto, Nicola Motolese – sono lavorazioni che influiscono, ognuna in maniera imprescindibile dall’altra, sulla “salubrità” del prodotto finale. La scelta varietale e l’attenta coltivazione di un grano duro antico come il “Senatore Cappelli”, noto per le sue qualità organolettiche, ma soprattutto per il suo basso contenuto in glutine, consigliato da biologi nutrizionisti per diete da intolleranza al glutine, il tipo di “molitura a pietra”, che lascia inalterate queste qualità conservando il prezioso “germe di grano” e le fibre, e ultimo ma non ultimo, l’utilizzo del forno a legna e la lievitazione naturale con “lievito madre”, fanno si che il pane denominato “KRIPTALYS”, frutto di queste passioni messe insieme, abbia davvero un sapore unico ed inimitabile”. 
L’iniziativa è anche una operazione di trasparenza, dato che dal grano al pane i prezzi aumentano del 1450% con il grano che oggi è pagato come trenta anni fa su livelli al di sotto dei costi di produzione attuali”.

*Federazione Coldiretti Taranto

A Scuola di OpenCoesione

 

L’Associazione Pro Loco di Grottaglie è partner del progetto nazionale A Scuola di OpenCoesione che, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, coinvolge studenti e docenti di centinaia di istituti secondari di secondo grado di tutta Italia,  fra cui il Liceo Artistico Calò di Grottaglie, con il quale la nostra Associazione ha attivato una convenzione per l’attuazione di un percorso di Alternanza scuola-lavoro.

Il progetto ASOC, partendo dall’analisi di informazioni e dati in formato aperto pubblicati sul portale OpenCoesione, abilita gli studenti a scoprire come i fondi pubblici vengono spesi sul proprio territorio e a coinvolgere la cittadinanza nella verifica e nella discussione della loro efficacia. La nostra Associazione è partner di questo percorso progettuale, avendo individuato il caso di studio nel complesso architetttonico dell’antico Convento dei Cappuccini di Grottaglie, il suo recente restauro, e l’attuale valorizzazione e fruizione, nella prospettiva di sviluppo socio-economico-culturale del nostro territorio.

Un importante evento inserito nelle attività di tale progetto, nell’auditorium della sede di Grottaglie del Liceo Artistico si è svolto il 6 febbraio scorso l’evento “SAA: Password per il Convento”, organizzato dalle classi 5a A di Grottaglie e 5a H di Taranto e dai docenti referenti del progetto.

L’evento ha visto la partecipazione della nostra Associazione, insieme ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Grottaglie. Occasione e impronta tematica dell’evento è stata la “Settimana dell’Amministrazione Aperta”.
Nel dibattito sono intervenuti Vincenzo Quaranta, vicesindaco di Grottaglie, Lucia Lazzaro, referente insieme a Maria Rosaria Tramonte del progetto Terra delle Gravine tra sharing economy e turismo esperienziale, dell’assessore Elisabetta Dubla, di Massimiliano Santo, volontario del Servizio Civile UNPLI presso l’Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie.