Incontro con l’autore Ben J. P. Crul

Il 10 marzo 2018, gli studenti del Liceo Scientifico G. Moscati, hanno incontrato l’autore olandese Ben J. P. Crul il quale ha dato vita al romanzo storico ‘Keizer Frederik II’.

L’incontro è stato moderato dalla docente Giuseppina Pagano, la quale ha elaborato un canovaccio culturale di spessore, invitando varie personalità all’incontro per conoscere insieme la passione di uno scrittore olandese che ha per la nostra storia.

Con grande piacere abbiamo accettato l’invito a partecipare, da sempre promotori di cultura e formazione, infatti erano presenti: la dott.ssa  Mariateresa Annicchiarico, volontaria della Pro Loco di Grottaglie; il ceramista Domenico Pinto; il maestro musicista Fabio Anti, il quale ha dato vita ad un sottofondo musicale medievale.

Grazie all’invito della docente Giuseppina Pagano, per averci voluti.

Appuntamenti ai prossimi incontri.

 

Attività svolte nel 2017

A fine anno, come da tradizione, abbiamo un resoconto di tutte le attività svolte.

Vogliamo rendervi partecipi del nostro operato:

Laboratorio didattico per la manipolazione ceramica, con le scuole pubbliche e private;
Collaborazione con l’Amministrazione Comunale (Inpuglia365 Natale) e Sistema Museo;
Alternanza scuola-lavoro, IISS Don Milani-Pertini, Liceo Moscati e Liceo Artistico V. Calò, creazione di videointerviste per il progetto UNPLI e UNESCO ‘Salva la tua Lingua Locale’ e per ‘La giornata nazionale dei Dialetti Italiani’:
o Scoperta della tradizione della Quaremma.
o Progetto ‘WikiGrottaglie’, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale
Uno scatto per San Ciro e Un disegno per San Ciro;
Sedute di rilassamento con la psicologia Rossella Piergianni;
Pasca tlì Palòmme;
Corsi di lingue straniere (inglese, spagnolo, tedesco, francese e arabo);
Corso di disegno dal vero;
Realizzazione del sito www.prolocogrottaglie.org;
Presentazione del sito presso la Casa Comunale;
Promozione turistica tramite fotografia (uscite fotografiche, workshop);
Creazione database fotografico sui Riti della Settimana Santa;
Buongiorno Ceramica, degustazione guidata di caffè presso la Vecchia Piazza Mercato;
Servizio Hostess & Steward;
Servizio accoglienza e sorveglianza presso l’ex Convento dei Cappuccini, in occasione della Mostra delle Ceramiche 2017;
Supporto logistico, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale per il festival musicale ‘Carsica’;
Progetto Open Coesione 2017/2018;
Modulazione e creazione offerta turistica;
Accoglienza turistica;
Percorsi con le scuole ed asili per l’infanzia personalizzati e tematici;
Progetto “Una giornata da…” con Scuole Primarie;
Cooperazioni con altre realtà territoriali;
Creazione customer satisfaction da consegnare ai turisti;
Presentazione libri;
Aperitivo con l’Autore;
Degustazioni guidate;
Incontri di formazione;
Workshop e percorsi fotografici;
Veicolazione di workshop fotografici da Australia e Francia;
Collaborazione con i Cìosa, nello svolgimento del RED, ospitando l’assegnataria presso la nostra sede come supporto alle attività svolte;
Passeggiata digestiva, in vista dei pranzi festivi (visita mostra presso l’ex Convento dei Cappucini, visita al Presepe di Stefano da Putignano, Mostra del Presepe e Quartiere delle Ceramiche);

Per l’anno 2018, confermando le attività sopra citate, sono in programma le seguenti attività:
Presentazione del progetto per il Servizio Civile Nazionale UNPLI, Dalla Murgia all’alto Salento: le masserie tra tradizione e innovazione;
Alternanza scuola-lavoro e progetto Open Coesione.

Continuate a seguirci!

La Brocca (the Pitcher)

The “Brocca” is a word indicating a pitcher. It belongs to the “white  stones” category and also to the ”secret objects” because inside the edge there is a hidden tunnel which finishes on the beak. This pitcher is also known as “Srulu”. On the edge there are 12 little round shaped buttons since they haven’t any real function. In order to properly drink you need to seal the inner borehole and inhale from beak. We can notice a floral pattern with holes and it would be used as a container of liquids (water, wine, etc..).  Probably  it was invented and used in the XIX century. On the pitcher were usually painted or a carved grape to indicate the liquid contained in the pitcher. It’s important to remember that the grape is a simbol of Apulia.

Written by:

Mameli Aurora                                                                                                                                                                        Prete Chiara                                                                                                                                                                                    Vampo Francesco

Lu Pumo (el pumo)

La palabra “Pumo” proviene del latín “pomum” que significa “fruto” y se relaciona con la diosa “Pomona” (Diosa romana de los frutos). El pumo tiene un mensaje de auspicio (símbolo de prosperidad, fecundidad ,castidad, inmortalidad y resurrección). Es una flor rodeado por 3 hojas de acanto en rilieve. Se supone que remonta a la tradición islámica por su forma de bublo que recuerda las mezquitas islámicas. En las últimas décadas ha tomado la forma de una piña, donde la superficie no es completamente lisa pero recuedra, de hecho, una piña. Se ponían sobre los balcones de los palacios señoriales para expulsar el diablo y/o indicar bienestar económico de la famiglia. El pumo tradicional tiene el color verde y amarillo-ocre aunque algunos estén pintados con motivos floreales y vegetales.

Realizado por:

Mameli Aurora                                                                                                                                                                        Prete Chiara

“Lu cantro” (El gabinete)

La cerámica de Grottaglie nació como cerámica de uso diario. Uno de los objetos más utilizados era “LU CANTRO”, que se puede definir como el “abuelo” de nuestro actual wc.

Este objeto consiste en una caja con forma cilíndrica hecho de cerámica. Era utilizado para contener excrementos humanos, limpiados en los campo circondantes el hogar, puesto que era un rico fertilizante.

“LU CANTRO” se ponía bajo de la cama o en la cómoda. Después se sostituyó con otra caja con forma de embudo y en la parte baja tenía un tubo de escape que se encontraba a la mitad de la pared y se conectaba a los nuevos saneamientos.

 

Tiziana Calzolaio, Cira Cavallo, Erika Felle, Stefania Nardelli, Roberta Spagnulo.