Mostra “Una donna chiamata Maria”

Ieri, 19 maggio 2019, presso la Pro Loco di Grottaglie si è tenuta l’inagurazione della mostra intitolata “Una donna chiamata Maria” a cura degli Istituti Comprensivi De Amicis-Casalini.
A presentare la mostra agli ospiti è stata la dirigente scolatica Maria Teresa Alfonso che ha introdotto il dott.re Gianfranco Bruni, studioso in ambito artistico e collaboratore del MiBACT.
Bruni ha ripercorso brevemente la storia di Maria: dal Vangelo all’arte spiegando in maniera professionale l’iconografia della Vergine e la sua importanza nella storia. Proprio grazie a quest’ultimo all’interno della sede Pro Loco ci sono le copie di alcune rappresentazioni della Vergine ripresi da artisti come Botticelli, Michelangelo, Raffaello e Mantegna.
A completare la cornice artistica è la presenza dei disegni di Maddalena Fanigliulo che riprendono il medesimo tema. Sono particolari le rappresentazioni artistiche su vecchi oggetti d’uso: come il tagliere ligneo che prendere il posto della tela.
Si ringrazia inoltre Rtm web per la sua presenza e collaborazione a diffondere la conoscenza della mostra. La mostra è visitiabile presso la sede Pro Loco in via Vittorio Emanuele II snc “L’Acchiatura” tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8,30/13.30 e 15,30/20,30 fino al 30 maggio.

Pasca tlì Palòmme 2019

Correva l’anno 1998, quando la Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie, diede vita alla all’evento che ancora oggi rende onore alla Madonna della Mutata e alla deliziosa ‘Palòmma’.
.
La Domenica in Albis, “la Pascaredda tlì vurtagghise”, la Pro Loco di Grottaglie fa riscoprire il reale culto della nostra tradizione gastronomica, storica e culturale.
.
Non mancheranno, pertanto, le visite guidate (a cura delle Guide Turistiche abilitate della Pro Loco di Grottaglie), oltre a varie attività che conosceremo insieme.
.
Un grande ringraziamento ai panificatori grottagliesi e non, perché grazie a loro continuo supporto Pasca tlì Palòmme si distingue per la sua tipicità:
.
_ Panificio Marconi snc di Santoro Pasquale & C., via Marconi n. 42, Grottaglie (TA)
_ Emanuele Lenti – Pregiata Forneria LENTI
_ Panificio San Paolo dei fr.lli Miggiani, via Grandi n. 60, Grottaglie (TA)
_ Il mio fornaio pasticcere
_ Panificio D’Amicis
_ Antica Forneria Migiani Grottaglie
_ Panificio Pinto
_ Panificio San Ciro dei fr.lli D’Amicis n. 34, Grottaglie (TA)
_ Panificio Santa Lucia, via Cantore 12, ang. via Lucca – Grottaglie (TA)
_ Forno C’è Pane e Pane, via Vittorio Veneto Grottaglie (TA) Oro Di Puglia Srl
_ Il forno della nonna, via Colombo n. 24/A, Grottaglie (TA)
_ Kailia food
_ www.fornosangiorgiota.it Santo Vecchio
_ Di Farina e Fantasia – Walter Caniglia
_ Panificio fanna , via Vincenzo Monti n. 53, Villa Castelli (BR) Francesco Fanna
.
Come da tradizione, Pruvas soc. coop. agricola – Cantine e Frantoio oleario, non farà mancare un buon bicchiere di vino d’accompagnare alla Palòmma.

Da oggi è online il nostro nuovo sito web!

è online il nuovo sito web della Pro Loco di Grottaglie.

Un sito più dinamico, sempre aggiornato, al passo con le più moderne tecnologie CMS, web usability con elementi visual innovativi, ma, al tempo stesso, più semplice da navigare e razionale nella gestione dei contenuti, attività e notizie.

Sicuramente i primi giorni ci sarà tanto da sistemare e qualcosa potrebbe non funzionare come abbiamo previsto, scusateci per gli eventuali disagi.

Tutto sarà a posto prestissimo

Turismo 4.0

Il 27 febbraio 2019 dalle 9.30 alle 12.30 presso la Camera di Commercio di Taranto si è svolto un corso di comunicazione per il terzo settore con la tematica “Turismo 4.0 innovare, intrattenere, promuovere”. Tale corso si è concetrato sul rapporto tra turismo e la tecnologia: le realtà virtuali, i video 4D ormai sono entrate a far parte anche nel settore turistico. Sempre all’avanguardia è l’informazione dove, tramite divertimento (da giochi interattivi con tematiche artistiche/storiche/culturali fino ai percorsi interamente con QRCode), riesce ad ammaliare grandi e piccini. Nel suddetto incontro si è posto anche il limite della tecnologia: quanto oltre ci si può spingere a far conoscere il territorio senza perdere il contatto con lo stesso.
Si sono analizzate le piattaforme da Facebook a Instagram per sottilineare il cambiamento della diffusione dell’offerta formativa attraverso stories, foto e soprattutto parole chiave (#). I grandi colossi informatici (in particolare l’esempio di Steve Jobs) hanno percepito il modificarsi dello scambio dati in maniera precoce anticipando l’attuale evolversi del digitale.  La riflessione conclusiva è che il mondo è in continua evoluzione dove ci sono mestieri che ancora richiedono contatto umano e altri invece che devono ancora essere inventati/scoperti. Perciò il nuovo ruolo che il turismo deve ricoprire è quello di creare un ponte tra i luoghi tradizionali legati al passato però con uno sguardo verso il futuro; proprio questo ultimo punto toccherà alle imprese turistiche cimentarsi per renderlo possibile.