I RITI DELLA SETTIMANA SANTA

Vi siete mai chiesti come si possano definire tutte le tradizioni locali e religiose che ci accompagnano durante tutto l’anno? Esse rientrano nel cosiddetto “patrimonio immateriale”, ossia un patrimonio culturale intangibile che deve essere protetto costantemente, a volte, non con pochi sforzi da parte dei vari enti. L’UNESCO per rendere possibile ciò nel 2003 ha adottato la Convenzione per la Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, ratificata dall’Italia nel 2007, in cui sono previste procedure per l’identificazione, la documentazione, la preservazione, la protezione, la promozione e la valorizzazione del bene culturale immateriale.

Un contributo essenziale in questo compito è dato dall’UNPLI, che tenta di promuovere la salvaguardia e la conoscenza dello straordinario patrimonio culturale, soprattutto in un momento molto particolare nella storia dell’umanità, chiedendo alle Pro Loco d’Italia la partecipazione alla compilazione di un modulo di inventariazione, riguardante “Le Sacre Rappresentazioni e i Riti della Settimana Santa di Passione”.

L’inventariazione è una idea elaborata su indirizzo del coordinamento tecnico-scientifico del progetto UNESCO di Europassione in collaborazione con UNPLI ed ha il fine di unire competenze e sensibilità per valorizzare e trasmettere riti e tradizioni alle generazioni future.

La Pro Loco di Grottaglie si impegna ogni giorno, nel suo piccolo, per rendere questo possibile all’interno del proprio territorio.

I volontari del SCU

Gabriella Cavallo

Dario Carlucci

Corsi di lingue straniere e attività laboratoriali